Procedimento: Un dolce nel quale la frutta secca con guscio (nocciole, mandorle, noci, pistacchi…) e miele sono fin dall'antichità gli ingredienti principali. Ancora oggi i grandi torroni hanno nel miele l'ingrediente fondamentale che, con la lavorazione lunga e accurata alle giuste temperature, rende il torrone friabile sotto ai denti e non una cosa collosa che si attacca agli stessi. Torroni famosi esistono ancora oggi in varie parti d'Italia, in particolare in Piemonte (tanti piccoli centri e tante piccole produzioni), in Lombardia con Cremona (che iniziò questa tradizione con il matrimonio di Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti nel 1441). Tuttavia la prima notizia certa e documentata sul torrone di Cremona risale al 1543. Ma non importa….l'essenziale è che ancora oggi in Italia si producano e si mangino torroni straordinari!Ricordo quelli di L'Aquila, i Torroncini di Alvito (in Ciociaria), le tante varietà di torroni e torroncini calabresi, quelli di San Marco dei Cavoti (Benevento). Per non parlare poi di quelli siciliani, splendidi come gli altri dolci di questa bellissima isola, e quelli di Sardegna, che come il Piemonte vanta una vasta varietà di mieli che nobilitano il Torrone di Ales (Oristano) e quello di Tonara (Nuoro)……Ricordo alle mamme, infine, di insegnare ai loro bambini che quando mangiano i dolci, devono subito lavare i dentini, cosa che fino agli anni '80 era scontata, grazie ai film americani……ora forse non più. Procedimento:
Un dolce nel quale la frutta secca con guscio (nocciole, mandorle, noci, pistacchi…) e miele sono fin dall’antichità gli ingredienti principali. Ancora oggi i grandi torroni hanno nel miele l’ingrediente fondamentale che,  con la lavorazione lunga e accurata alle giuste temperature, rende  il torrone friabile sotto ai denti e non una cosa collosa che si attacca agli stessi. Torroni famosi esistono ancora oggi in varie parti d’Italia, in particolare in Piemonte (tanti piccoli centri e tante piccole produzioni), in Lombardia con Cremona (che iniziò questa tradizione con il matrimonio di Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti nel 1441). Tuttavia la prima notizia certa e documentata sul torrone di Cremona risale al 1543. Ma non importa….l’essenziale è che ancora oggi in Italia si producano e si mangino torroni straordinari!Ricordo quelli di L’Aquila, i Torroncini di Alvito (in Ciociaria), le tante varietà di torroni e torroncini calabresi, quelli di San Marco dei Cavoti (Benevento). Per non parlare poi di quelli siciliani, splendidi come gli altri dolci di questa bellissima isola, e quelli di Sardegna, che come il Piemonte vanta una vasta varietà di mieli che nobilitano il Torrone di Ales (Oristano)  e quello di Tonara (Nuoro)……Ricordo alle mamme, infine, di insegnare ai loro bambini che quando mangiano i dolci, devono subito lavare i dentini, cosa che fino agli anni ’80 era scontata, grazie ai film americani……ora forse non più.


  

]]>