Notiziario CCISS del giorno 12/12/2017 ore 17:30

Ascolta la diretta

Contatta Isoradio
via sms 348 / 103.10.10
I vostri messaggi
VISUALIZZA GLI ALTRI SMS

Meteo Mobilità


Isoradio riceve e distribuisce le previsioni sull'andamento meteorologico per le esigenze di chi si sta muovendo e può solo ascoltare. Vai alla pagina delle previsioni

INFOTRAFFICO

Collaborazioni CCISS Aiscat Polizia di Stato Autostrade Arma dei Carabinieri ANASACI

Traffic Message Channel


Il Traffic Message Channel (TMC) è un servizio dati che viene trasmesso "paralellamente" all'audio, sfruttando il canale Radio Data System (RDS). Infatti l'RDS offre moltissime altre funzioni, oltre quella banale di far leggere il nome dell'emittente sul display della radio. Il TMC contiene tutte le notizie sul traffico rese disponibili dal CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi dispone di un autonavigatore che fornisce le informazioni in tempo reale sfrutta appieno il servizio RDS-TMC poiché l'autonavigatore usa una piccola radio FM per riceverle. La distribuzione del servizio RDS-TMC della RAI è totalmente gratuita essendo la RAI il Broadcaster Pubblico.
Leggi tutto
Scarica l'Applicazione Radio Rai
[an error occurred while processing this directive]

I SeiOttavi con Lucina Lanzara

Giovedì 21 gennaio, tra le 22 e le 23

Giovedì 21 gennaio, tra le 22 e le 23, Isoradio ha ospiti in diretta i SeiOttavi con Lucina Lanzara. Apriranno il 14° Premio De Andrè all’Auditorium di Roma il giorno successivo.
Cantano a cappella (solo voce, senza strumenti) e si esibiranno dal vivo con due brani di Faber (Fabrizio De André).


I   SeiOttavi

CD Vuccirìa

Spettacolo musicale o opera popular rock? Musical o teatro cantato?

Dieci anni di lavoro per arrivare a questa magica sintesi delle arti sceniche.

Vucciria è Opera che nasce da un video. Immersione musicale nell’antico mercato di Palermo con gli strumenti più nuovi e moderni della tecnologia. Racconto surreale a più voci che incrocia l’alto e il profano, la Chiesa e la strada, la tradizione dei pupi e le più moderne animazioni.

Il tutto mescolato in una sfarzosa ed irresistibile sequenza musicale e di immagini tra Alice nel Paese delle meraviglie e il Mago di Oz.

Si respirano odori e sapori, antiche lingue e tutta la forza di un luogo magico che resta erede di memorie e tradizioni e ancora oggi il cuore pulsante di una città. Come dentro i solchi di un antico disco: un po’ Figaro, un po’ Queen. A day in the opera. Inizio folgorante per questo nuova fatica dell’ensemble Palermitano. Memoria del rock. Rock memory. Pappageno prende a braccetto Freddy Mercury e come in un ballo in maschera si immergono nell’antico mercato della città. Gli tieni compagnia la grazia intrigante di Amelie, i suoi sogni ad occhi aperti, le sue scatole nascoste nei muri.

Un disco che è come uno scrigno pieno di sorprese e raffinati ricami. Un’autostrada per il paradiso, parafrasando la grande canzone dei Led Zeppelin, che loro stessi hanno deciso di riadattare in modo straordinario nel disco.

Proprio così dunque,  quando i fasti di una grande Palermo sembrano soltanto una legenda dimenticata, i SeiOttavi scelgono per il loro nuovo disco di ripartire dal cuore pulsante della città, la VUCCIRìA. Attraverso uno spaccato d’arte in musica, i SeiOttavi vogliono attirare l’attenzione di tutta Europa verso un’immagine onirica che diventa un nuovo punto di vista nei confronti di Palermo.

La Vuccirìa non è solo stata fonte di ispirazione per il grande pittore Renato Guttuso, ma da oggi anche un disco e dunque un racconto vocale nel quale il celebre ensemble vocale SeiOttavi ha  così mescolato ad arte realtà e fantasia, immaginazione e storia operistica, tradizioni popolari e fumetto d'autore. Suoni, colori, sapori, laddove la musica possiede fragranze ed impasti unici nel suo genere. Un lavoro complesso ma anche estremamente diretto e godibile per tutti i palati. Opera complessa che ha richiesto anni di lavoro, fin dalla prima al Teatro Politeama di Palermo nel 2013, poi lungo le vie del tempo nei concerti dell'ensemble a cappella palermitano. Infine riportato ora fedelmente su disco con un attitudine da opera rock che affonda nella grande tradizione di questo prezioso genere musicale, da noi in Italia in fondo davvero poco frequentato. Opera rock polifonica e corale, rock ed animata.

Scene in costumi e patchwork sonoro di grande impasto ritmico ed armonico. Girano in costume infatti i SeiOttavi in questa loro terza opera discografica, ma sono leggerissimi e ironici, pur abbelliti con pizzi e merletti. Moderni cantanti animati frutto di una fantasia che solo l'opera dei Pupi poteva concepire. Anime rock corne solo il grande ventre di Palermo poteva sfornare.

 Tracklist:

01 Rock Memory
02 Amelie
03 Vucciria
04 Heaven

 05 Palladio
06 Gym
07 Notturna
08 Lovely Girl

Biografia

I SeiOttavi sono un gruppo di sei voci che hanno fatto del contemporary a cappella il loro modo di esprimersi. L’esecuzione è caratterizzata, oltre che dalla polifonia, dalla riproduzione, con le soli voci, di effetti strumentali, sonori, onomatopeici e di mouth-drumming e beat-box.
Sin dalla loro fondazione nel 2005 i SeiOttavi si impongono all’attenzione del pubblico per l’originalità del repertorio e dell’esecuzione ricevendo ampi consensi per i loro spettacoli Sette voci fra i secoli (2005), Il muto canta a cappella (2006-2007), Around the world (2008-2010) e Cinematica (2009).

Esce nell’estate 2007 il primo lavoro discografico dei SeiOttavi. “InOnda” il titolo del lavoro che raccoglie arrangiamenti originali del gruppo ed il primo brano inedito presentato il 25 luglio 2007 alla trasmissione Matinée – Rai Due.Nella primavera del 2010 la loro discografia si arricchisce con “Cinematica”: il disco edito dalla Casa Musicale Sonzogno nasce dall'omonimo spettacolo teatrale prodotto da Marco De' Conno e raccoglie alcune fra le più belle musiche scritte per il grande schermo. Nell'estate dello stesso anno esce il CD di “Mons Regalis - L'opera del Duomo”.

Numerosi i premi e i riconoscimenti ottenuti dai SeiOttavi. Nel 2007 sono stati i vincitori della prima edizione di Solevoci Competition per la categoria gruppi vocali. La prestigiosa giuria internazionale presieduta da Kirby Shaw ha assegnato ai SeiOttavi pure il premio per il miglior brano ed il premio per il programma di maggior interesse artistico. Al prestigioso concorso internazionale Vokal Total di Graz (Austria) ottengono il Diploma d’Oro nella sezione Jazz e il Diploma d'Argento nella sezione Pop. Nel 2010 si classificano al secondo posto nella sezione Jazz/Pop delXIV Torneo Internazionale di Musica.

Raggiungono notorietà più ampia grazie alla fortunata partecipazione come concorrenti della prima edizione italiana di X-Factor in onda su Rai Due (marzo-giugno 2008). In gara fino alla nona puntata delle dodici previste, i SeiOttavi affermano la “cifra stilistica” della musica a cappella in Italia introducendola al grande pubblico.

Il gruppo formato da Germana Di Cara, Ernesto Marcianti, Alice Sparti, Kristian Cipolla, Vincenzo Gannuscio e Massimo Sigillò Massara, per il video si è avvalso del regista Michele Di Salle, che ne ha curato concept, sceneggiatura e regia.



Lucina Lanzara

LUCINA CANTA E RACCONTA DE ANDRè

(cd uscito ad agosto 2015, candidato alle Taghe Tenco 2015)








Tornata nella sua Palermo dopo aver vissuto per qualche tempo a Genova, Lucina Lanzara era ancora completamente immersa nelle atmosfere deandreiane, e così è balenata l’idea di riprendere e rielaborare, in chiave mediterranea e al femminile, i brani più famosi ed accattivanti del grande Fabrizio De Andrè, tracciando in musica ancora una volta la storia che li ha fatti vivere.

La particolarità di questo progetto è il grande lavoro fatto musicalmente attorno agli strumenti della tradizione mediterranea come la chitarra battente, i marranzani, le tammorre, suonati dal polistrumentista etnomusicologo Michele Piccione. Nel tempo la formazione si è allargata, Polizzotto ha preso altre strade, e dopo otto anni il progetto è diventato un disco dal vivo, registrato il 17 marzo 2015 al Golden di Palermo, quando, con il patrocinio della Fondazione Fabrizio De André e di Zonta Club Palermo Zyz, Lucina Lanzara (voce e chitarra) ha riunito intorno a se un gruppo di formidabili musicisti come Benedetto Basile (Flauti Traversi), Massimo Sigillò Massara (voce e chitarra classica), Michele Piccione (strumenti etnici e percussioni), Massimo Patti (contrabbasso) e con la partecipazione straordinaria di Giovanni Mattaliano (clarinetto).

In occasione del concerto di presentazione al Teatro Golden di Palermo del 1 dicembre, per la realizzazione nel DVD col video del concerto, è stata attivata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma internazionale MusicRaiser (http://www.musicraiser.com/it/projects/4227-lucina-canta-e-racconta-de-andre). La campagna di finanziamento che sarà attiva fino al 27 ottobre 2015 e propone, tra le ricompense, addirittura la possibilità di partecipare al concerto all’interno del coro.

 

“Lucina Canta e racconta De Andrè nasce nel 2007, dopo aver assistito ad una performance di Benedetto Basile e Davide Polizzotto. A Genova tutto era pervaso dalla presenza silente di De André, i suoi concerti, le viuzze, i carruggi, gli occhi color di foglia della bambina di Via del Campo, le monellerie di Bocca di Rosa a Nervi, il Porto Antico, il suo funerale a Carignano. Con l’intento di trasmettere questa poetica, mi sono addentrata insieme a Benedetto e Davide nei meandri di questa vita tanto dissoluta quanto dedita a raccontare gli ultimi. Abbiamo già presentato lo spettacolo parecchie volte, anche alla radio, ma ogni volta l’emozione è grandissima e la responsabilità infinita. Eccomi, pronta ancora una volta ad affrontare questa grande scommessa col cuore di chi vuole vivere ardendo e non sentire il male.” (L.L.)

 Note biografiche

Lucina Lanzara nasce a Roma da una famiglia siciliana, ha vissuto a lungo a Genova. Cantautrice, produttrice, artista poliedrica, compositrice mediterranea contemporanea, si caratterizza per la contaminazione di generi musicali e la sperimentazione vocale. Radio Rai Uno la descrive come una voce dalle rare capacità poetiche ed espressive. Cerca il Suono e si dedica allo studio del canto druphad, scat, actor singing, difonico e lirico. Nel 2003 esce per Rai Trade “Il Canto del Sole”, un disco che diventa un acclamato concerto per la Pace. Nel 2005 pubblica “De Mare”, disco di stampo cantautorale, edito da Rai Eri. Nel 2009, su commissione della Casa Musicale Sonzogno, scrive “Mons Regalis”, opera in cui celebra e racconta il Duomo di Monreale in musica. Nel 2012 scrive ed interpreta la colonna sonora del documentario di Michele Di Salle e Luca Papaleo “Il resto dell’anno” in cui presta la voce all’isola di Salina e che le ispirerà poi lo spettacolo “Isòla”. Il documentario verrà ospitato ai Festival internazionali di Shanghai, Belgrado, San Francisco, Parigi. Nel dicembre 2014 di ritorno da una lunga tournée in Austria, dà vita al progetto Voci Vicine, una realtà corale estemporanea aperta a chiunque desideri fortemente cantare. Per le Voci Vicine, ha scritto, insieme a Salvino Leone Dies “Natalis”, opera inedita sul Natale; sempre con lui, sta completando la scrittura de Il Canto della Santuzza, dedicato alla Patrona di Palermo.

E’ stata socio fondatore dei cori polifonici Convivium e Accademia Amedeo Gibilaro, soprano solista nell’Orchestra Sinfonica Siciliana e componente del gruppo vocale swing I SeiOttavi. Ha collaborato con Julie Kench, Paolo Damiani; Stefano D’Anna e Carlo Muratori e con il clarinettista Giovanni Mattaliano. Premio Sicilia Datch 2008, Premio Sicilia alla Carriera 2011, Premio Musica e Poesia al Festival Suoni di Luce 2013.  





Rai.it

Siti Rai online: 847