Il Tortello amaro di Castel Goffredo Il maestro in cucina Sergio Barzetti Ingredienti per il ripieno: 500g di bietoline 100g di di pangrattato 100g di burro 60g di grana grattugiato 25g di salvia 10-15 foglie di erba di San Pietro 1 uovo 1/2 cipolla bianca 1 lamella di aglio noce moscata q.b. sale q.b. Ingredienti per la pasta: 300g di farina "00" 75g di semola di grano duro 3 uova 3 tuorli Ingredienti per il condimento: 70g di burro salvia q.b. grana grattugiato q.b. Le Maestre di Cucina Facile Primi Piatti 20 Min Procedimento: Scottare le bietoline in acqua, scolarle, strizzarle e tritarle. Fondere il burro in una casseruola, unire la salvia, renderla croccante, scolarla e tenerla da parte. Nello stesso burro unire la cipolla affettata finemente e l'aglio. Scolare la cipolla e l'aglio dal burro, unirli alla salvia, aggiungere un cucchiaio di pangrattato e tritare il tutto. Insaporire le bietoline nel burro rimasto, dopo 2' aggiungere il trito di cipolla, far asciugare il composto e lasciar raffreddare. Profumare con la noce moscata, salare e unire l'erba di San Pietro. Trasferire il tutto in una ciotola, unire l'uovo, il grana, il pangrattato rimasto, amalgamare bene e mettere da parte. Per la pasta: mescolare le due farine, impastarle con le uova e i tuorli fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciar riposare in frigorifero. Stendere la pasta sottilmente. Confezionare i ravioli, separarli con l'aiuto di una rotella ondulata e lessarli in abbondante acqua salata. Nel frattempo, in una padella, fondere il burro con un bel ciuffo di salvia. Scolare i ravioli, tuffarli nel condimento, spolverare con abbondante grana e servire. Procedimento:
Scottare le bietoline in acqua, scolarle, strizzarle e tritarle. Fondere il burro in una casseruola, unire la salvia, renderla croccante, scolarla e tenerla da parte. Nello stesso burro unire la cipolla affettata finemente e l’aglio.
Scolare la cipolla e l’aglio dal burro, unirli alla salvia, aggiungere un cucchiaio di pangrattato e tritare il tutto.
Insaporire le bietoline nel burro rimasto, dopo 2’ aggiungere il trito di cipolla, far asciugare il composto e lasciar raffreddare. Profumare con la noce moscata, salare e unire l’erba di San Pietro.
Trasferire il tutto in una ciotola, unire l’uovo, il grana, il pangrattato rimasto, amalgamare bene e mettere da parte.
Per la pasta: mescolare le due farine, impastarle con le uova e i tuorli fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciar riposare in frigorifero.
Stendere la pasta sottilmente. Confezionare i ravioli, separarli con l’aiuto di una rotella ondulata e lessarli in abbondante acqua salata. Nel frattempo, in una padella, fondere il burro con un bel ciuffo di salvia. Scolare i ravioli, tuffarli nel condimento, spolverare con abbondante grana e servire.

 

 


 

    

 

 

]]>