I radicchi precoci Carlo Cambi:la giusta spesa Ingredienti: CARLO CAMBI Non solo Chef Procedimento: Dal sapore inconfondibile e particolarissimo, un misto di amaro, dolce, fresco, pungente, il RADICCHIO incarna perfettamente l'energia autunnale carica di contrastanti elementi che ne fanno la stagione della trasformazione per eccellenza. Appartiene alla famiglia delle Cicorie, la sua patria di elezione è il Veneto dove viene prodotto in diverse varietà, che poi ne specificano la denominazione, è ricco di sostanze preziose per la salute ed ha una grande versatilità in cucina. In tutte le varianti, il radicchio presenta notevoli proprietà nutrizionali; è ricco di vitamine A, B1, B2, C, E, K, minerali come magnesio, potassio, fosforo, zinco, calcio, rame, manganese, ed è una preziosa fonte di antiossidanti, utili per tenere sotto controllo i processi di invecchiamento delle cellule, prevenire l'insorgenza di tumori, in particolare del tratto intestinale, e contrastare artrite e reumatismi. In questo periodo troviamo: - la varietà "precoce" del Radicchio Rosso di Treviso, che presenta un cespo voluminoso, allungato e ben chiuso. La nervatura principale è bianca e si dirama in numerose penninervie nel rosso intenso del lembo fogliare. Ha un sapore gradevolmente amarognolo ed una consistenza mediamente croccante- il Radicchio Rosso di Chioggia o Rosa di Chioggia, che deriva dall'incrocio tra il radicchio trevigiano e l'indivia. Ha foglie di forma tondeggiante e colore rosso, con nervature centrali bianche. Può essere consumato sia crudo che cotto. Crudo, ovviamente, specie se freschissimo, apporta una maggiore quantità di nutrienti. Procedimento:
Dal sapore inconfondibile e particolarissimo, un misto di amaro, dolce, fresco, pungente, il RADICCHIO incarna perfettamente l'energia autunnale carica di contrastanti elementi che ne fanno la stagione della trasformazione per eccellenza. Appartiene alla famiglia delle Cicorie, la sua patria di elezione è il Veneto dove viene prodotto in diverse varietà, che poi ne specificano la denominazione, è ricco di sostanze preziose per la salute ed ha una grande versatilità in cucina. In tutte le varianti, il radicchio presenta notevoli proprietà nutrizionali; è ricco di vitamine A, B1, B2, C, E, K, minerali come magnesio, potassio, fosforo, zinco, calcio, rame, manganese, ed è una preziosa fonte di antiossidanti, utili per tenere sotto controllo i processi di invecchiamento delle cellule, prevenire l'insorgenza di tumori, in particolare del tratto intestinale, e contrastare artrite e reumatismi. In questo periodo troviamo: - la varietà “precoce” del Radicchio Rosso di Treviso, che presenta un cespo voluminoso, allungato e ben chiuso. La nervatura principale è bianca e si dirama in numerose penninervie nel rosso intenso del lembo fogliare. Ha un sapore gradevolmente amarognolo ed una consistenza mediamente croccante- il Radicchio Rosso di Chioggia o Rosa di Chioggia, che deriva dall’incrocio tra il radicchio trevigiano e l’indivia. Ha foglie di forma tondeggiante e colore rosso, con nervature centrali bianche. Può essere consumato sia crudo che cotto. Crudo, ovviamente, specie se freschissimo, apporta una maggiore quantità di nutrienti.

]]>