GazzetTinto

[an error occurred while processing this directive]

La frittata

Le insegnanti di cucina

    » Segnala ad un amico

    Rubriche: Le Maestre di Cucina
    Difficoltà: Facile
    Tipologia: Secondi
    Tempo di preparazione: 20 Min

    Ingredienti: 12 uova sale e pepe 100g. di grana grattugiato 3 zucchine ½ bicchierino di birra bionda olio evo

    Procedimento:

    Per prima cosa rompiamo le uova in una ciotola. E' meglio se sono a temperatura ambiente e molto fresche. Solitamente se ne calcolano 2 a testa. Una volta rotte le uova nella ciotola sbatterle appena con una forchetta. Unire un pizzico di sale ed una generosa grattugiata di pepe. Se la ricetta lo prevede, il formaggio grattugiato (solitamente formaggio grana grattugiato). Infine unire gli altri ingredienti. Nel nostro caso, per cominciare con qualcosa di semplice, uniamo le zucchine grattugiate. Sbattere con la forchetta per amalgamare bene gli ingredienti.
    Un piccolo espediente per avere una frittata alta, morbida e dall'aroma delizioso: un cucchiaio di birra bionda, meglio se dal sapore delicato. Amalgamare.
    Mettere sul fuoco una padella antiaderente. Solitamente per 2 persone (4 uova di frittata) è sufficiente di 22 cm di diametro. Attenzione al fondo, che sia intatto, altrimenti la frittata potrebbe rimanere attaccata, rompersi o non girarsi bene.
    Ungerla con un filo d'olio, da spargere bene con un foglio di carta da cucina.
    Per capire quando la padella è calda provare a colare un pochino di frittata: deve sfrigolare appena. Utilizzando una spatola muovere l'impasto in modo da esporre più superficie delle uova al calore ed aiutare la frittata ad inglobare un po' d'aria. A questo punto riprendere i bordi, ovvero ripassarli con la spatola affinché siano omogenei e la frittata si stacchi bene dal fondo. In questo modo non si romperà al momento di girarla.
    Abbassare la fiamma quasi al minimo, coprire e far cuocere: più bassa è la fiamma, più alta verrà la frittata. Cuocerla coperta aiuterà inoltre lo strato superiore a solidificare per quando la si dovrà girare.
    Ogni 2-3 minuti scoperchiare ed alza un lembo della frittata per vedere che non si stia scurendo troppo. Deve infatti dorarsi, ma non bruciacchiarsi. Purtroppo non esiste un tempo di cottura standard perché dipende da tanti fattori: la quantità delle uova e del grana, gli ingredienti aggiunti, lo spessore del fondo della padella, l'altezza della fiamma.
    IL MOMENTO CRITICO: GIRARE LA FRITTATA. Con l'esperienza si potrà imparare a farla saltare, girandola con un colpo di manico. Diamo tempo al tempo ed impariamo un metodo più "sicuro". Agitare la padella affinché la frittata si stacchi. Se non si muove aiutarsi con la spatola. Farla quindi scivolare sul coperchio. Ribaltare la padella sopra il coperchio con la frittata.
    Rivoltare. Per la corretta cottura del secondo lato è importante avere la fiamma bassa e controllo della cottura. Quando anche il secondo lato sarà cotto far scivolare la frittata sul piatto da portata e servirla.
    Per ottenere una frittata soffice basta unire un albume montato a neve, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.  Servitela subito però, altrimenti si siede.
    Se preparate una frittata alle verdure, incorporatela alle uova sbattute fuori dal fuoco e poi versate tutto insieme nella padella.