Logo Rai3

Gli Autori

Gustave Flaubert

Gustave Flaubert nacque a Rouen nel 1821, figlio di un medico chirurgo, cominciò a scrivere molto presto. Nel 1842 si trasferì a Parigi per seguire gli studi di diritto,  detestati e interrotti presto, preferendo frequentare gli ambienti letterari e artistici. Colpito da una grave malattia nervosa , nel  1846 si ritirò con la madre e con la nipote nella casa di campagna di Croisset, dalla quale si allontanò solo per brevi soggiorni invernali a Parigi e per alcuni viaggi all'estero.

Nel 1846 conobbe la scrittrice Louise Colet. La relazione, dopo i fervori dei primi tempi, continuò con incontri saltuari e con una fitta corrispondenza fino alla rottura nel 1855. Nel 1948 assistette a Parigi alla rivoluzione che pose fine al regno di Luigi Filippo e dopo la salita al trono di Napoleone terzo, ebbe l’impressione di un totale fallimento della borghesia e del trionfo della società di massa. Negli anni 1849-1851 viaggiò insieme con l'amico Maxime du Camp, in Medioriente, Grecia e Italia. Autocritico e severissimo, si decise tardi a pubblicare le sue opere: le prime puntate di Madame Bovary in gestazione dal 1851, comparse nella “Revue de Paris” nel 1856 scandalizzarono i benpensanti. Processato per immoralità, Flaubert fu assolto solo perché i giudici non ritennero dimostrabile l’intenzione dell’autore di offendere la morale. Nel 1875 per salvare dal fallimento il marito della nipote, vendette tutte le proprietà e si ridusse a vivere con gli scarsi proventi del suo lavoro di scrittore. Negli ultimi tempi accettò, con riluttanza, una modesta pensione governativa. Morì a Croisset nel 1880.

Rai.it

Siti Rai online: 847