Raffaele - Patrizio Rispo

Raffaele

Portiere di Palazzo Palladini, Raffaele è allegro e molto più forte di quanto possa sembrare ed è la vera anima del palazzo. E' un uomo che ama la vita, la sua famiglia, il calcio, le parole crociate, si ritiene un esperto di giardinaggio e affronta tutto con la tipica passionalità napoletana. Raffaele rappresenta la saggezza popolare: ha un vastissimo repertorio di proverbi buoni per tutte le occasioni, anche se spesso li dice sbagliati, magari mescolandone un paio assieme. Ha un debole per il limoncello, tipico prodotto napoletano che distilla in proprio. Nonostante sia vessato dalle richieste dei condomini, in particolar modo dai Palladini prima e Ferri poi, Raffaele non perde mai la generosità e l'ottimismo che lo caratterizzano. Anche quando per problemi di salute ha rischiato di perdere la vista, la sua forza d'animo e l'amore della sua famiglia lo hanno aiutato a superare momenti molto difficili: in tragiche circostanze, la morte gli ha strappato via la moglie, la vita gli ha offerto la possibilità di un nuovo amore che Raffaele non si lascia sfuggire, Ornella Bruni. La bella e intelligente dottoressa milanese gli ha rapito il cuore e dato la gioia di diventare di nuovo padre. Il bimbo nato dalla loro unione, Patrizio, fortifica il loro amore e insegna loro a vincere ogni problema insieme, anche i momenti di crisi e la separazione.

Patrizio Rispo

Proprio come Raffaele, il personaggio che interpreta, Patrizio è passionale, travolgente, un vero simpaticone con uno spiccato umorismo. Attore di prosa con esperienza trentennale, autore di 5 commedie, Patrizio ha calcato il palcoscenico di moltissimi teatri italiani, interpretando più di 50 lavori, tra cui Antonio e Cleopatra, diretto da Cobelli, Filumena Marturano, per la regia di Marcucci con Valeria Moriconi, Amleto, messo in scena da Karlsen, I veri figli di Filumena M., al fianco di Biagio Izzo e Adele Pandolfi, regia di La manna, La Bisbetica Domata e Arturo Ui, entrambi per la regia di Sepe, La Raccontastorie, diretto da Castri, Ma che freddo ragazzi, al fianco di Biagio Izzo, Matrimonio a sorpresa, diretto da Alex Pani, e Se devi dire una bugia dilla grossa, regia di Stefano Amatucci. La televisione lo ha visto protagonista di numerosissime produzioni, tra le quali ricordiamo Storie di Camorra, I ragazzi del muretto, La Piovra 7, La pazza famiglia Assunta Spina, Crimini, Gente di mare e altre. Dal piccolo al grande schermo in Ricomincio da tre, di Troisi, Pacco, Doppio pacco e contropaccotto, di Loy, Le mani forti, di Bernini e Nel Regno di Napoli, di Schroeder, vincitore dell'Orso a Berlino e della Palma a Cannes. Tra gli ultimi lavori ricordiamo il film di Nicola De Rinaldo, Fratelli di sangue, e appena concluso di girare, L'era Legale regia di Enrico Caria. Ritaglia a fatica del tempo libero da dedicare a sua moglie Maria Francesca e ai suoi bellissimi figli Giordano e Tommaso. Curioso, sempre con il sorriso sulle labbra e la battuta pronta, Patrizio si definisce "psicologicamente irrequieto": l'idea di esplorare diversi modi di essere lo ha portato, infatti, a vivere una vita da attore e, di conseguenza, mille vite!
© RAI 2013 - P.Iva 06382641006 - Tutti i diritti riservati - Engineered by RaiNet