radio3

Le foto di Materadio

Video MAteradio

Un weekend con Radio3 a Perugia

11-12-13 novembre 2016

 

Quest’anno l’atlante di Radio Europa, il fitto week end di programmi di Radio3 che condivide a Perugia gli spazi e il calendario di Umbria Libri, propone una tappa davvero speciale. “Noi e la Francia” è un titolo che dice tutto. E’ qualcosa di più di una semplice indicazione geografica o programmatica. Allude a un legame culturale che non avrebbe bisogno di molte spiegazionil tale è la ricchezza di relazioni tra i nostri due paesi. Alla radice ci sono tradizioni consolidatesi nei secoli ma anche uno scambio che continua, come dimostra la quantità di autori, scrittori, intellettuali francesi che scopriamo e amiamo a ogni nuova stagione comen pure l’ascolto e spesso il successo che i nostri prodotti culturali (letterari, artistici, cinematografici e teatrali) incontrano Oltralpe. Il nostro programma cercherà di accogliere tutti questi elementi dentro una cornice aperta e piena di linguaggi diversi come è sempre il palinsesto di Radio3.

Ma c’è qualcosa che rende questo programma particolarmente significativo sul piano culturale, sociale e anche emotivo. Perché l’anno scorso eravamo tutti a Perugia, con i programmi di Radio3 e la piccola carovana di Radio Europa, quando avvennero i tragici attentati che culminarono nella terribile strage al Bataclan. Esattamente un anno fa ci è dunque capitato di assistere sconvolti a quella drammatica escalation della strategia terrorista che ha insanguinato il nostro continente mentre gli spazi dell’Abbazia di San Pietro ospitavano i nostri programmi, i nostri concerti, i dibattiti e le performance teatrali. Quello che accadeva proprio in quelle ore in Francia non solo ha ovviamente condizionato i sentimenti di quella che voleva comunque essere una festa della radio e dei libri. Ne ha mutato l’aspetto, con il tricolore francese proiettato sulle antiche mura dell’Abbazia e le bandiere esposte come timido, forse impotente, ma necessario segno di solidarietà. Ne ha cambiato i suoni, con l’Orchestra da Camera di Perugia che non poteva non far precedere il suo bellissimo concerto da una versione della Marsigliese appassionata e commovente per tutto il pubblico che si era raccolto nella Chiesa. E infine ha rivoluzionato molti degli incontri previsti, che si sono trasformati in una riflessione collettiva su quello che in Francia stava accadendo.

Quest’anno raccogliamo il testimone di quelle ore drammatiche e a un anno esatto di distanza da quei sanguinosi eventi proponiamo di guardare alla Francia non solo come a uno dei più ricchi serbatoi artistici e letterari del mondo, non solo come a un laboratorio culturale sempre attivo ma come a un paese che sta affrontando una sfida decisiva per il futuro di tutti. Abbiamo dunque costruito un programma con un senso particolare di attenzione e di partecipazione a quello che in Francia da almeno un anno appassionatamente si discute ma anche con un sentimento di ammirazione e di gratitudine per una cultura così grande e un paese così ferito. Sono questi i sentimenti che vorremmo condividere con gli ospiti di Radio Europa e con il pubblico che invitiamo a partecipare a questa nostra iniziativa.

Marino Sinibaldi 
Direttore Radio3

Leggi il programma