Curiosità

I numeri di un dramma


E’ la notte del 7 settembre 2011 in un piazzale appartato di Fogliazzo vicino Torino. Un uomo sta per inviare il suo ultimo sms di commiato alla compagna “vado a dormire al cimitero” prima che un colpo di pistola ponga fine per sempre alla sua vita. Quello che vi raccontiamo non è però un delitto consumato nella tranquillità della provincia italiana ma bensì il suicidio estremo e disperato di un uomo appartenente alle forze di polizia penitenziaria.
E' l'ennesimo suicidio tra gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria, ben novanta casi in poco più di dieci anni, specchio di una altrettanto peggiore statistica tra i detenuti: dal 2000 ad oggi il totale dei deceduti in carcere è di 1.885, di cui suicidi accertati sono stati 671.

In Italia i poliziotti penitenziari in organico sono 42.268 a fronte di ben 67.500 detenuti nelle 206 carceri italiane. La situazione di capienza intollerabile delle strutture penitenziarie si traduce in condizioni di lavoro difficili e in turni massacranti. In pratica c’è un agente ogni 125 detenuti, di cui uno su quattro è tossicodipendente, ma questi sono dati numerici che non danno certo l'idea di una gravità più generalizzata. Stando alle inchieste realizzate sulla situazione carceraria, possiamo notare che la mancanza d’investimento sulle strutture e sulle persone è un fenomeno che non condiziona solo i reclusi ma anche il contesto di lavoro del personale: lo Stato spende circa 157 euro al giorno per ogni detenuto ma a ben vedere i conti disponibili dalle autorità ministeriali poco più di tre euro sono destinati ai tre pasti quotidiani e circa cinque euro per le spese mediche. La differenza di costo, notevole, è da rintracciarsi nelle spese vive per la manutenzione dei fabbricati e gestione ordinaria.

Non sapremo certo mai le ragioni che hanno spinto quell'agente a commettere un passo così estremo sicuramente avrà in inciso l'idea purtroppo ricorrente tra gli operatori di polizia penitenziaria di essere “detenuti senza essere detenuti”.

ALCUNE CIFRE SUGLI EVENTI CRITICI NEGLI ISTITUTI PENITENZIARI


TENTATI SUICIDI...........................................................................1137

DECESSI PER CAUSE NATURALI..................................................108

ATTI DI AUTOLESIONISMO......................................................... 5703

SOGGETTI CHE HANNO POSTO IN ESSERE FERIMENTI...........3099

SCIOPERO DELLA FAME............................................................6626

RIFIUTO VITTO E TERAPIE........................................................1553

(i dati sono del 2010, FONTE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA)

Rai.it

Siti Rai online: 847